La Galleria Goffi Carboni si è sempre rivolta all’arte come fenomeno internazionale, non limitandosi alle espressioni locali o italiane. Il suo interesse è stato sempre vivo per le manifestazioni artistiche di paesi come Francia, Inghilterra e Olanda. I mobili italiani, inglesi, francesi ed olandesi, gli orologi, i bronzi, i lampadari, i dipinti, gli acquerelli e i disegni su carta sono trattati insieme alle stampe antiche da collezione e da decorazione.


cliccare sulle foto per ingrandirle


Attilio Simonetti (1843-1925). "Il Comitato del Carnevale Romano, Commenda di Marco Aurelio", litografia a colori, 1897.

Attilio Simonetti (1843-1925), "Monte Tabor, Casamicciola (Ischia)". Olio su tavoletta, firmato. Cm 18 x 28. Provenienza Collezioni Simonetti.

Ettore Roesler Franz (1845-1907), "La Villa dei Quintili al Quinto Miglio della via Appia", acquerello su carta, circa 1903. Cm. 31 x 65.

Ippolito Caffi (Belluno 1809-1866), "Veduta di Cernobbio e del Lago di Como". Acquerello monocromo su carta datato 1850. Provenienza Collezione Dovizielli. In corso di inserimento nel catalogo generale dell'artista a cura di Annalisa Scarpa.

Attilio Simonetti (1843-1925), "Studio di Soffitto", acquerello su carta. Cm 46 x 67. Provenienza Collezioni Simonetti.

Attilio Simonetti (1843-1925), "Ritratto di giovane donna", penna e inchiostro su carta. Provenienza Collezioni Simonetti.

Attilio Simonetti (1843-1925), ritratto di gentiluomo in abiti settecenteschi. Penna e inchiostro nero e bruno su carta. Firmato. Cm. 14 x 11. Provenienza Collezioni Simonetti.

Giuseppe Valadier (1762-1839), "Architettura Pratica", consistente in 5 tomi divisi in 3 voll. datati dal 1828 al 1839. Ogni tomo è corredato di incisioni acquarellate.

Giovanni Battista Piranesi (1720-1778), "Pianta di Roma e del Campo Marzio", 1774, bulino e acquaforte.

André Vera, “Le Nouveau Jardin”, Parigi 1912, con xilografie di Paul Vera. Appartenuto a Lady Victoria Sackville.

Jean-Francois Millet (1814 - 1875), "La Bouillie", acquaforte, 1861. Cm 18,6 x 15,7.

Cesare Biseo (1843-1909), "Studi di leoni", acquaforte e puntasecca firmata C.Biseo, dal vero_ Roma 1869, e dedicata All'ottimo mio amico A. Simonetti. Stampata su carta cina applicata su carta (chine-collé).

Testa di Narciso in marmo bianco di epoca imperiale romana, I°-II° sec. d.C., su di un busto neoclassico sostenuto da un pilastro in travertino.

Modello di veliero a tre alberi in legno, Inghilterra, sec. XIX. L. cm 72.

“Occidentale in abiti orientali a cavallo”, Nord Africa, 1880 circa, stampa all'albumina.

Sfera armillare con base in marmo portasanta, sec. XVIII-XIX. Altezza totale, cm 112.

Scrivania fiorentina in palissandro e altri legni con un cassetto, ripiano estraibile e leggio. Ultimo quarto del sec. XVIII. Provenienza Collezione Simonetti.

Arcile (madia) bolognese in noce con ricca bugnatura. Bologna, inizio secolo XVIII, cm. 135 x 196 x 83.

Bacco circondato da puttini, porcellana della manifattura Doccia, sec. XVIII. Altezza cm 18.

Scatola da gioco in lacca a fondo giallo decorata con l’applicazione di stampe policrome a soggetto orientale (ad "arte povera"). All'interno, un vassoietto e quattro scatolette con fiches in avorio, dipinte a tempera. Venezia, sec. XVIII.

Coppia di bottiglie in vetro soffiato con decori in oro e tappo in porcellana. Venezia sec. XIX. H. cm 31.

Livio I Odescalchi, Duca di Bracciano (1652 - 1713), nipote di Papa Innocenzo XI, medaglia in bronzo, con tracce di doratura, 1699.Sul verso la veduta dal mare del Porto di Palo.Diam.mm.59,5.

Grande collare di merletto ad ago punto Venezia a grosso rilievo, Venezia, terzo quarto del sec. XVII. Provenienza: Collezioni Simonetti.

   
...