La Galleria Goffi Carboni si è sempre rivolta all’arte come fenomeno internazionale, non limitandosi alle espressioni locali o italiane. Il suo interesse è stato sempre vivo per le manifestazioni artistiche di paesi come Francia, Inghilterra e Olanda. I mobili italiani, inglesi, francesi ed olandesi, gli orologi, i bronzi, i lampadari, i dipinti, gli acquerelli e i disegni su carta sono trattati insieme alle stampe antiche da collezione e da decorazione.


cliccare sulle foto per ingrandirle


Testa di Narciso in marmo bianco di epoca imperiale romana, I°-II° sec. d.C., su di un busto neoclassico sostenuto da un pilastro in travertino.

Bacco circondato da puttini, porcellana della manifattura Doccia, sec. XVIII. Altezza cm 18.

Sfera armillare con base in marmo portasanta, sec. XVIII-XIX. Altezza totale, cm 112.

Capitello corinzio in marmo proconnesio di età imperiale romana, II/III° sec. d.C., h. cm 53. Provenienza: Collezioni Simonetti.

Amedeo Momo Simonetti (Roma 1874-1922). Dipinto ad olio su masonite, “Ritratto di Celeste Soldini”, Cm 30 x 22, 1920 ca.

Attilio Simonetti (1843-1925), Ritratto del Principe Livio III Odescalchi (1805-1885), olio su tela, cm 58 x 45.

“The enthusiast”, dipinto su placca circolare in porcellana, montato su bronzo dorato, Inghilterra, sec. XIX. Diam. cm 10.

Orologio romano in palissandro con il quadrante firmato Angelo Passari Roma, meccanismo con suoneria ad ore e quarti, a richiesta sveglia. Roma, fine del XVII secolo, h. cm. 46.

Coppia di poltrone laccate e dorate. Piemonte, epoca Luigi XV, metà del XVIII secolo.

Georges Vacher ebanista, tavolino in frassino a due cassetti contrapposti con piano a libretto. Dimensioni cm 77 x 54 x 54. Piano aperto, cm 108 x 54. Francia. 1830 circa.

Console in legno laccato e dorato, Venezia, epoca Luigi XVI, fine XVIII sec. Cm 88 x 53 x 108.

Secretaire Biedermeier in ciliegio, Vienna, inizio sec. XX. Dimensioni cm. 168 x 84 x 42.

Scatola da gioco in lacca a fondo giallo decorata con l’applicazione di stampe policrome a soggetto orientale (ad "arte povera"). All'interno, un vassoietto e quattro scatolette con fiches in avorio, dipinte a tempera. Venezia, sec. XVIII.

Un piatto ovale (diam. cm 35), due tondi (diam. cm 26,5), e due a forma di conchiglia (diam. cm 18,5) in maiolica con lo stemma del Conte Antonio Greppi. Milano, Manifattura Clerici 1774/1778.

Coppia di candelabri in bronzo dorato a tre luci, Francia, circa 1800. Altezza cm 43.

Mariano Fortuny y Marsal (1838 –1874), "Idilio", 1865, acquaforte.

Cesare Biseo (1843-1909), "Studi di leoni", acquaforte e puntasecca firmata C.Biseo, dal vero_ Roma 1869, e dedicata All'ottimo mio amico A. Simonetti. Stampata su carta cina applicata su carta (chine-collé).

Carta geografica dell’Italia incisa su rame. Dalla "Nouvelle geographie, ou Description exacte de l'univers..." del geografo D. Martineau du Plessis. Amsterdam, edizioni Huguetan, 1700. Cm 15,2 x 21,5.

Carta geografica della Cina incisa su rame. Dalla "Nouvelle geographie, ou Description exacte de l'univers..." del geografo D. Martineau du Plessis. Amsterdam, edizioni Huguetan, 1700. Cm 18,00 x 24,5.

Pianta di Roma, dalla "Guida storico-statistico monumentale dell'Italia e delle isole...", Milano 1860. Incisione cm 16,5 x 22.

Una collezione di 50 biglietti da visita. Bulino, acquaforte e litografia. XVIII e XIX secolo. Provenienza Collezione Simonetti.

Venditore di rami, Nord Africa, Marocco (?) 1880 circa, stampa all'albumina.

Livio I Odescalchi, Duca di Bracciano (1652 - 1713), nipote di Papa Innocenzo XI, medaglia in bronzo, con tracce di doratura, 1699.Sul verso la veduta dal mare del Porto di Palo.Diam.mm.59,5.

Grande collare di merletto ad ago punto Venezia a grosso rilievo, Venezia, terzo quarto del sec. XVII. Provenienza: Collezioni Simonetti.

Mariano Fortuny y Madrazo (1871-1949), abito Delphos in finissima seta plissettata, anni '20 del sec. XX. Esposto alla mostra “La Divina Marchesa”, Venezia, Palazzo Fortuny, 4 ottobre 2014 - 8 marzo 2015. Provenienza: Collezioni Simonetti.

   
...