La Galleria Goffi Carboni si è sempre rivolta all’arte come fenomeno internazionale, non limitandosi alle espressioni locali o italiane. Il suo interesse è stato sempre vivo per le manifestazioni artistiche di paesi come Francia, Inghilterra e Olanda. I mobili italiani, inglesi, francesi ed olandesi, gli orologi, i bronzi, i lampadari, i dipinti, gli acquerelli e i disegni su carta sono trattati insieme alle stampe antiche da collezione e da decorazione.


cliccare sulle foto per ingrandirle


Attilio Simonetti (1843-1925), "Monte Tabor, Casamicciola (Ischia)". Olio su tavoletta, firmato. Cm 18 x 28. Provenienza Collezioni Simonetti.

Giuseppe Canella (Verona, 1788 – Firenze, 1847), "Veduta notturna sul lago con una edicola religiosa", dipinto ad olio su tela, firmato.

Ippolito Caffi (Belluno 1809-1866), "Veduta di Cernobbio e del Lago di Como". Acquerello monocromo su carta datato 1850. Provenienza Collezione Dovizielli. In corso di inserimento nel catalogo generale dell'artista a cura di Annalisa Scarpa.

Ettore Roesler Franz (1845-1907), "La Villa dei Quintili al Quinto Miglio della via Appia", acquerello su carta, circa 1903. Cm. 31 x 65.

Attilio Simonetti (1843-1925), Bosco, olio su tela, cm. 42 x 23. Provenienza Collezioni Simonetti.

Attilio Simonetti (1843-1925), "Ritratto di giovane donna", penna e inchiostro su carta. Provenienza Collezioni Simonetti.

André Vera, “Le Nouveau Jardin”, Parigi 1912, con xilografie di Paul Vera. Appartenuto a Lady Victoria Sackville.

Giovanni Battista Piranesi (1720-1778), "Pianta di Roma e del Campo Marzio", 1774, bulino e acquaforte.

Giuseppe Valadier (1762-1839), "Architettura Pratica", consistente in 5 tomi divisi in 3 voll. datati dal 1828 al 1839. Ogni tomo è corredato di incisioni acquarellate.

Testa di Narciso in marmo bianco di epoca imperiale romana, I°-II° sec. d.C., su di un busto neoclassico sostenuto da un pilastro in travertino.

Modello di veliero a tre alberi in legno, Inghilterra, sec. XIX. L. cm 72.

“Occidentale in abiti orientali a cavallo”, Nord Africa, 1880 circa, stampa all'albumina.

Sfera armillare con base in marmo portasanta, sec. XVIII-XIX. Altezza totale, cm 112.

Balestra a pallottole (frullana). Firenze, sec. XVI. Provenienza Collezioni Simonetti.

Orologio solare a dittico in avorio. Francia, sec. XVII. Provenienza Collezione Manlio Goffi.

Tabacchiera francese in avorio con chiusura in oro e disegni geometrici a rilievo, epoca sec. XVIII-XIX. Provenienza: Collezione Manlio Goffi

Scatola da aghi decagonale di forma allungata, con decori longitudinali alternati in smalti turchesi e neri. Svizzera o Germania, fine del sec. XVIII. Provenienza Collezione Manlio Goffi.

Scatola da aghi ottagonale di forma allungata con decoro diagonale guilloché alternato a bande smaltate. Reca una marca francese ET introdotta nel 1893. Probabile manifattura svizzera della fine del sec. XVIII. Provenienza Collezione Manlio Goffi.

Pannello in legno parzialmente dorato con la figura di Apollo e due Nereidi a bassorilievo. Scuola italiana (Fontainebleau ?), seconda metà del XVI secolo. Provenienza Collezioni Simonetti.

Arcile (madia) bolognese in noce con ricca bugnatura. Bologna, inizio secolo XVIII, cm. 135 x 196 x 83.

Scatola da gioco in lacca a fondo giallo decorata con l’applicazione di stampe policrome a soggetto orientale (ad "arte povera"). All'interno, un vassoietto e quattro scatolette con fiches in avorio, dipinte a tempera. Venezia, sec. XVIII.

Livio I Odescalchi, Duca di Bracciano (1652 - 1713), nipote di Papa Innocenzo XI, medaglia in bronzo, con tracce di doratura, 1699.Sul verso la veduta dal mare del Porto di Palo.Diam.mm.59,5.

Ricamo su tela, "Fez embroidery", Marocco, sec. XIX. Cm 78x78. Provenienza Collezioni Simonetti

Grande collare di merletto ad ago punto Venezia a grosso rilievo, Venezia, terzo quarto del sec. XVII. Provenienza: Collezioni Simonetti.

   
...